Opere in’edizione accurata

Eliosfera Editrice pubblica opere in edizione accurata, sia esse digitali, sia cartacee. Questo cosa significa?

Pubblicare opere accurate (cartacee e digitali) è molto più complesso che pubblicare semplici testi scansionati e incollati così come sono nelle pagine di un ebook malformato o di un libro dozzinale.

Tristi a dirsi buona parte degli ebook e dei libri cartacei in commercio, compresi quelli di molte case editrici blasonate, soffrono di carenza di qualità. Non solo a causa del supporto digitale malformato o di bassa qualità dei materiali cartacei, ma del contenuto poco controllato pieno di refusi e di errori di scansione.

Sono famosi i refusi dell’opera Canne al vento di Grazia Deledda, come indicato, dall’articolo Refusi fastidiosi in edizioni di Canne al vento di Grazia Deledda pubblicato sul blog Tottus in Pari.

Anche il sito Treccani con l’articolo L’errore da non correggere fa una panoramica della tendenza a non curare le edizioni pubblicate.

L’opera accurata deve riportare il testo originale dell’autore, essere in sintonia con il suo pensiero e la sua volontà. Per questo l'editor ha l'obbligo di correggere i refusi che magari si perpetuano di edizione in edizione, come avvenuto nell’opera di Grazia Deledda.

Come si rende accurato un testo?

Per rendere accurato un testo si deve agire un po’ come per le edizioni critiche. Cioè, si deve cercare di ristabilire la forma originale del testo sulla base dello studio comparato o collazione di ogni singolo passo dei diversi testi a stampa o manoscritti esistenti. Quindi si deve seguire il constitutio textus, ovvero dedurre tra tutte le varianti quella originale, o - se nessuna è convincente - correggerle mediante una congettura (vedi la voce Edizione critica su Wikipedia).

Questo è quello che noi di Eliosfera Editrice facciamo per rendere un’opera accurata. Certo, non sono ancora edizioni critiche, ma in futuro potrebbero diventarlo.

Vediamo in pratica quali sono le differenze che contraddistinguono un'opera accurata da una che non lo è.

Esaminiamo un brano tratto dal romanzo Storia di una capinera di Giovanni verga.

L'edizione cartacea di Mondadori del 1991 riporta:

"fece uno sforzo per accostare il suo viso al mio, e mi susurrò all’orecchio quel suo ultimo desiderio con uno stento affannoso che spezzava il cuore…"

L'edizione Newton Compton del... riporta:

"fece uno sforzo per accostare il suo viso al mio, e mi sussurrò all’orecchio quel suo ultimo desiderio con uno stento affannoso che spezzava il cuore…"

Qual è la forma corretta da usare? "Sussurrare" o "susurrare" verrebbe normale utilizzare "sussurrare", ma dobbiamo essere rigorosi e vicini al periodo letterario in cui l'opera fu scritta. Infatti al tempo della stesura di Storia di una capinera era d'uso letterario utilizzare "susurrare". Quindi l'edizione Mondadori riporta il testo più corretto ed è lo stesso testo che riporta la nostra edizione.

 

Facciamo un'altro esempio:

 

L'edizione Newton Compton riporta il seguente brano: Diventai superstiziosa. Pensai: "quando avrò detto cento avemarie udrò la sua voce".

 

L'edizione Mondadori riporta invece:

 

Nella versione cartacea dell'edizione Mondadori del 1991 si legge:

Diventai superstiziosa. Pensa “quando avrò detto cento avemarie udrò la sua voce".

Nella versione cartacea di Newton Compton del ... si legge:

Diventai superstiziosa. Pensai: “quando avrò detto cento avemarie udrò la sua voce"."

In questo caso è grammaticalmente corretta l'edizione di Newton Compton. Esaminando bene la versione cartacea di Mondadori si nota una mancanza d'inchiostro. Nella posizione in cui dovrebbe esserci la "i si nota proprio il puntino della "i" e poi lo spazio che sarebbe dovuto essere occupato dai due punti. Quindi l'anomalia nell'edizione Mondadori è dovuta a un problema di stampa nella copia in nostro possesso.

 

 

Esaminiamo ora un brano tratto dal romanzo Storia di una capinera di Giovanni verga. Nel testo cartaceo originale la parola amore è in corsivo, questo perché l'autore voleva darle un'enfasi particolare, un significato specifico.

Chi siamo

Eliosfera è una casa editrice fondata nel 2015 con lo scopo di diffondere la cultura letterariaPer questo pubblica opere accurate e accessibili che possono essere fruite tramite un ampio ventaglio di dispositivi.

Dal PC all’eReader, dallo smartphone allo screen reader e dal tablet allo schermo braille,  gli ebook editi da Eliosfera possono essere letti o ascoltati (tramite screen reader) da chiunque, in particolare da coloro che hanno disabilità visive.

Registrandoti e iscrivendoti alla newsletter potrai usufruire di sconti su pubblicazioni e servizi. Dai un’occhiata al nostro catalogo ebook delle più importanti opere letterarie italiane.

Twitter

Facebook

Eliosfera Editrice © 2015-2017
Powered by Eliosfera s.a.s.